Festival della Valle d’Itria. Ancora disponibili posti per il Barbiere di Siviglia

/ Autore:

Uncategorized



Sono ancora disponibili biglietti per la rappresentazione del Barbiere di Siviglia presso la masseria Luco e a Borgo Egnazia.

Entra nel vivo il Festival della Valle d’Itria, che quest’anno ripropone al pubblico il Barbiere di Siviglia, tra le più note opere di Rossini. La messa in scena avverrà due volte: la prima domani 17 luglio presso la Masseria Luca e quindi sabato a Borgo Egnatia, a Savelletri, dirette da Cecilia Ligorio e la cui parte musicale è affidata a Ettore Papadia, preparatore dell’Accademia del Belcanto. Per entrambe le rappresentazioni è necessario essere in possesso di inviti per poter accedere. Per poter assistere alle rappresentazioni non si può acquistare il biglietto normalmente, ma si deve essere o in contatto con la proprietà della masseria oppure essere ospiti di Borgo Egnazia, come ci confermano dalla struttura turistica.

Non è stato semplice risalire a queste informazioni, e nonostante i due eventi siano in cartellone, evidentemente l’accesso non è pubblico. La biglietteria del Festival ci ha detto, una settimana fa, che per poter accedere alla rappresentazione presso la masseria Luco è la proprietà a gestire gli inviti, eppure, da fonti ufficiose molto vicine alla famiglia proprietaria, la versione è esattamente opposta: la masseria è data in comodato d’uso al Festival che ricambia con alcuni biglietti. Circa centocinquanta. Il resto dei biglietti sono a disposizione dell’organizzazione del Festival che può invitare chi vuole. Presso la biglietteria, questa mattina, la comunicazione che ci è stata fatta era diversa, ancora una volta. Gli inviti sarebbero arrivati ieri mattina e esauriti nel giro di poche ore. Abbiamo avuto la fortuna di incontrare il capo ufficio stampa del Festival che ci ha confermato, alla presenza di Michele Punzi, membro del direttivo del Centro Artistico Paolo Grassi, che questi eventi sono “extra budget”, cioè non finanziati dal pubblico. Il comune di Martina Franca, per esempio, si appresta a sostenere il Festival con circa duecentoquindicimila euro, somma già stanziata nel bilancio preventivo che si discuterà in Consiglio Comunale tra qualche giorno. Sarebbe strano il contrario, perché altrimenti dovrebbero spiegare ai cittadini di Martina Franca a chi vanno gli inviti e come vengono scelte le persone, dato che il Festival è sostenuto con le tasse di tutti e la ricaduta, in questi due casi specifici della masseria e di Borgo Egnazia, non arriva propriamente sul territorio martinese.

Fortunatamente, però, dopo la chiacchierata con il capo ufficio stampa, ci è arrivato un messaggio in privato dalla responsabile della biglietteria, che ci informava che sono disponibili altri inviti per il Barbiere di Siviglia per domani sera e quindi sollecitiamo i cittadini che volessero assistervi, di precipitarsi in biglietteria. Sono disponibili, secondo quanto ci dicono da Borgo Egnazia, anche posti per la rappresentazione di sabato. I posti sono al completo, ma nel momento in cui dovesse mancare qualcuno degli invitati si potrà accedere.


commenti

E tu cosa ne pensi?