Cisternino, oggi conferita la cittadinanza onoraria a Mons. Dal Covolo

/ Autore:

Società



Si è svolta ieri pomeriggio, nella Sala consiliare del Comune di Cisternino, la cerimonia ufficiale per il conferimento della Cittadinanza onoraria a S. E. Mons. Don Enrico dal Covolo, Vescovo di Eraclea e Magnifico Rettore della Pontificia Università Lateranense. Il Consiglio Comunale, infatti, nella seduta dello scorso 14 novembre 2014, con atto n° 45, aveva approvato il provvedimento di conferimento della Cittadinanza onoraria, frutto, quest’ultimo, della proposta definitiva scaturita dai lavori della Commissione consultiva per gli Affari Istituzionali. Le motivazioni che hanno determinato tale importante conferimento, si legge nel provvedimento, sono da ricercarsi nella vicinanza alla nostra comunità quale salesiano postulatore della causa di santità di Padre Francesco Convertini”.

Nel corso della cerimonia, coordinata dal Presidente del Consiglio Comunale, Vincenzo Perrini, si sono susseguiti gli interventi dei diversi capigruppo e consiglieri comunali, quali Mario Saponaro, Stefano Guarini, Antonio D’Errico e Domenico Carrieri. Presenti anche Antonio Laghezza, Consigliere delegato del Comune di Locorotondo e Giuseppe Convertini, Presidente dell’Associazione Pro-Marinelli. “Il conferimento della Cittadinanza onoraria a S. E. Mons. Don Enrico dal Covolo – ha dichiarato il sindaco di Cisternino, Donato Baccaro, – vuole testimoniare, ufficialmente e pubblicamente, l’onore che sente il nostro paese di annoverare don Enrico tra le persone che nella loro vita, con il loro impegno, sono legati, in maniera speciale, alla nostra comunità, ed hanno dato un prezioso e significativo contributo per far conoscere il nostro paese”. Mons. Enrico dal Covolo nel corso del suo intervento ha sostenuto che “onorando la mia povera persona intendete onorare la mia Istituzione alla quale appartengo da quarantatre anni e cioè la Congregazione Salesiana”.

Concludendo il suo discorso di ringraziamento, infine, Mons. Enrico dal Covolo ha tenuto a sottolineare quello che sarà il suo impegno per Cisternino e la sua comunità “lavorare affinché i giovani, che vivono un momento storico particolarmente difficile, possano essere educati al linguaggio dei nuovi mezzi di comunicazione e diventino protagonisti di nuovi percorsi caratterizzati da un profondo impegno politico, sociale e nel campo del volontariato”.


commenti

E tu cosa ne pensi?