Tranquilli: è solo differenziata. Dal 1 novembre si fa sul serio

/ Autore:

Ambiente, Politica



 

Ieri sera nella sala consiliare del Comune di Locorotondo si è tenuta la conferenza stampa di  presentazione del nuovo servizio di igiene urbana che, a partire dall’1 novembre 2015, sarà gestito dalla ditta TRADECO s.r.l.

Durante l’incontro son intervenuti il sindaco Tommaso Scatigna, l’assessore all’Ambiente Giusi Convertini,  il delegato ai Rapporti con le Associazioni Antonio La Ghezza e il rappresentante territoriale della ditta di smaltimento Vincenzo Bianchino.

“È un momento molto importante – ha esordito l’assessore Giusi Convertini – non solo per l’amministrazione, ma per l’intero paese di Locorotondo visto che il servizio di raccolta rifiuti porta a porta si appresta a diventare  una realtà”.

Lo scorso 23 ottobre, infatti, è stato firmato il contratto con la ditta Tradeco srl, aggiudicatrice dell’appalto per 9 anni. “La nuova gestione di raccolta rifiuti – ha continuato Convertini – prevederà dall’1 novembre una prima fase di start up, che potrà durare dai 3 ai 4 mesi; nei primi tempi ci saranno ancora i cassonetti che affiancheranno la raccolta porta a porta. Il passaggio definitivo avverrà gradualmente a cominciare dal centro storico per poi, a raggiera, allargarsi alla periferia e successivamente alle contrade. Inoltre, fino al 31 dicembre saranno ancora operative le isole ecologiche: colgo l’occasione per  invitare i cittadini a continuare a conferire per acquisire punteggio per le premialità del 2016”.

La fase di start-up prevede una serie di azioni che accompagneranno i cittadini nel passaggio dal vecchio al nuovo sistema di conferimento dei rifiuti. Oltre ad un sito web che sarà a disposizione per spiegare come fare la raccolta, sarà attivo un front-office con il quale il cittadino potrà sempre confrontarsi. “Naturalmente – ha concluso l’assessore – questa sarà una fase di cambiamento nella quale l’amministrazione sarà accanto ai cittadini, senza timore, ma in linea con l’evoluzione graduale che il paese si intende dare. Tutti i cittadini saranno messi in condizioni di conferire in maniera adeguata, perche sono sicura del senso civico di tutti. Colgo l’occasione, infine, per ringraziare la ditta Monteco per il suo operato encomiabile nell’aver mantenuto sempre il territorio pulito; ringrazio anche la ditta EcoFaso, per l’ottimo lavoro svolto nelle isole ecologiche grazie al quale il comune di Locorotondo ha potuto usufruire di un notevole  risparmio economico.”

Successivamente la parola è passata la sindaco Tommaso Scatigna che, immediatamente, ha ringraziato gli operatori delle Monteco: “Grazie al loro lavoro capillare – ha detto – noi possiamo vantarci di essere uno dei paesi più puliti del circondario”. In seguito ha rassicurato i cittadini: “Noi stiamo cercando di studiare le tempistiche giuste, meno drastiche per questo passaggio epocale per la nostra città. Il cittadino non sarà solo. Organizzeremo assemblee pubbliche per spiegare le nuove modalità di raccolta; inoltre, siamo certi che gli operatori ecologici svolgeranno come al solito il loro lavoro egregiamente”.

Il sindaco ha poi passato la parola ad Antonio La Ghezza, che è entrato fin dalla prime battute del suo intervento nell’operatività: “Terminati i lavori di questa conferenza stampa ci confronteremo immediatamente con i rappresentanti della contrade, continueremo con loro a discutere sulle modalità di passaggio dal vecchio al nuovo sistema di conferimento dei rifiuti”. Poi ha ringraziato l’assessorato all’Ambiente, per l’ottimo lavoro svolto e per l’aver centrato e superato l’obiettivo del 30% di  raccolta differenziata scongiurando così l’ecotassa sino a questo momento. Infine, anche il delegato ai rapporti con le associazioni ha rassicurato i cittadini: “Altri paesi – ha dichiarato – hanno subìto questo  passaggio in maniera troppo repentina. Così non è un bene né per la città e né soprattutto per i cittadini. Qui ci saranno una serie di assemblee pubbliche per discutere e confrontarci, saranno avviata una campagna informativa adeguata, saranno riattivate delle applicazioni smartphone come “Io riciclo”, dove sarà stilato un calderaio dettagliato con i giorni di raccolta per il porta a porta. Infine – ha concluso – ci sarà il confronto diretto con le persone. Il passaggio sarà graduale, dolce: tutti saranno messi in condizione di poter differenziare in maniera serena e quanto più comoda possibile”.

L’ultima parola è toccata a Vincenzo Bianchino della Tradeco che ha voluto, anche lui, fin dalle prime battute, tranquillizzare al cittadinanza: “Sarà tutto chiaro per i cittadini – ha detto –. A brevissimo faremo una campagna pubblicitaria di sensibilizzazione capillare. In queste situazioni bisogne restare sereni perché la ditta che io rappresento passerà al porta a porta spinto solo quando tutta al città di Locorotondo sarà pronta. A breve sarà attivato anche un  numero verde per tutte le informazioni. Tranquilli: sarà un passaggio delicato, non drastico.”


commenti

E tu cosa ne pensi?