Valle d’Itria unita. Anche Ceglie approva l’odg. Parla il consigliere Laveneziana

/ Autore:

Politica, Società



Si consolida ulteriormente la collaborazione tra i comuni della Valle d’Itria. Dopo Martina e Cisternino, anche Ceglie Messapica ha approvato nell’ultimo consiglio comunale, un Ordine del Giorno finalizzato a piene sinergie e unità di intenti. “La prosecuzione naturale di un lavoro avviato negli ultimi anni“, dichiara Antonello Laveneziana, consigliere comunale di Ceglie Messapica e ideatore della proposta. L’argomento è stato fin da subito condiviso non solo dalla maggioranza ma dall’intero consiglio comunale. Una idea in cantiere da diverso tempo e che ora si consolida ulteriormente: “L’idea del progetto è datata, prosegue il consigliere Laveneziana. Da anni i comuni della Valle d’Itria provano a realizzare forme più o meno importanti di sinergia e collaborazione. Finalmente in quest’ultimo periodo, grazie alla caparbietà e alla lungimiranza delle amministrazioni comunali attualmente in carica si è aperta la strada per concretizzare i progetti. In particolare il nostro sindaco ha creduto sin da subito alla possibilità di mettere insieme i comuni di questo magnifico territorio e ha dato tutto il suo contributo per realizzare questo obiettivo“.

Proposte, commissioni studio e tanto lavoro per la Valle d’Itria. Il Consigliere Laveneziana fornisce ulteriori dettagli: “Con questo o.d.g. che riguarda l’esercizio associato di funzioni e servizi comunali, in sostanza, l’amministrazione comunale si impegna a farsi promotrice di una serie di incontri con gli altri comuni della Valle d’Itria e ad organizzare gruppi e commissioni di studio e di lavoro con i rappresentanti dei diversi consigli comunali (sia di maggioranza che di opposizione). La commissione dopo una serie di lavori, andrebbe a proporre all’approvazione dei Consigli Comunali le forme più adatte di collaborazione tra i vari comuni. Attualmente sul tavolo ci sono proposte di convenzioni tra enti come primo passo per successive forme di sinergia che hanno l’obiettivo di sfociare in una vera Unione dei Comuni. Questo territorio ha risorse infinite e possono ulteriormente crescere lavorando insieme“.

Idee, intenti e lavori che hanno un unico obiettivo finale: “L’obiettivo finale è quello di far diventare identità unica la Valle d’Itria – spiega Laveneziana. Si tratta di un sogno collettivo che da anni molti addetti ai lavori di diversi comuni hanno desiderato realizzare. Io credo che questa sia davvero la volta buona. Ci sono molti motivi che ci spingono a portare avanti questo progetto e sicuramente tanti sarebbero i vantaggi. Una promozione organica del territorio e una riduzione di spese per servizi condivisi, sono solo alcuni degli aspetti positivi di una gestione partecipata. L’intento è quello di assicurare efficienza, efficacia ed economicità gestionale, garantendo al contempo una presenza attiva sul territorio in grado di offrire la migliore soluzione amministrativa ai bisogni e alle esigenze dei cittadini“.


commenti

E tu cosa ne pensi?