Ceglie Messapica: il presidente del comitato salva-presidio scrive al Ministro Lorenzin

/ Autore:

Politica, Società


Continua a far notizia la situazione del presidio ospedaliero di Ceglie Messapica. Dopo i numerosi appelli delle scorse settimane che il presidente del Comitato Cittadino per la Salvaguardia del Presidio Ospedaliero, Cataldo Rodio, ha inviato al direttore dell’ASL BR/1, a questo punto vani, lo stesso Rodio scrive al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. La causa? Sempre la stessa, la chiusura di servizi fondamentali per la salute dei cittadini cegliesi, con il presidio ospedaliero di Ceglie ridotto sempre più a struttura precaria. ” Il Comitato Cittadino ha più volte chiesto al Presidente della Regione Puglia, le motivazioni per la chiusura di alcuni servizi e la mancata attivazione di alcuni reparti già decretati nella D.G.R. n.427 dell’11.03.2015 quali l’Ospedale di Comunità 16 p. l., Pediatria 8 p. l., Centro Risvegli 30 p. l., Centro semiresidenziale per DCA 10 p. l. nel Presidio Territoriale Polifunzionale di Ceglie Messapica”, dichiara Cataldo Rodio.

“Dopo tante richieste rimaste senza risposta ho scritto al Ministro Lorenzin chiedendo un’attenzione particolare verso gli atti che hanno decretato la perdita per Ceglie di servizi fondamentali, vedi anche screening mammografico e probabile chiusura della chirurgia generale nelle ultime settimane. Per questi motivi, ho chiesto al Ministro di valutare la fondatezza di queste azioni che colpiscono la nostra comunità. Vogliamo conoscere quale soluzione intraprenderà per garantire ai cittadini il diritto di assistenza sanitaria”.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?