Parco Pianelle, l’Amministrazione “tranquillizza” i Giovani Popolari

/ Autore:

Ambiente, Società


L’Amministrazione comunale, a mezzo stampa, ha appreso la denuncia del Movimento Politico Giovani Popolari sulle condizioni ambientali della Riserva Regionale Orientata Bosco delle Pianelle:

E’ importante tranquillizzare il Movimento e i cittadini che le Pianelle non versano assolutamente in stato di abbandono, anzi. Le immagini diffuse riportanti cestini strabordanti di rifiuti fanno riferimento a diverso tempo fa, come dimostrano le foto che si allegano scattate questa mattina (1 febbraio 2016). Tra l’altro, proprio il cestino in questione, è stato svuotato il 25 gennaio scorso.

Il Comune ha in atto una convenzione con l’ARIF (Agenzia Regionale Attività Irrigue e Forestali) che prevede sia il servizio anti incendio che la pulizia dell’area che viene regolarmente effettuata.

Non solo. Attraverso il finanziamento  PSR PUGLIA 207-2013 ASSE II MISURA 227 “Sostegno agli investimenti  non produttivi – foreste Azione 3” sono stati realizzati interventi di arredo urbano. E’ stata, inoltre, realizzata anche un’area giochi per bambini e attrezzata una zona pic nic con porta biciclette, tavolini e  cestini porta rifiuti.

“E’ importante che i messaggi di denuncia scoraggino gli incivili ad inquinare soprattutto quando si tratta di un’area protetta. Auspico che le prossime comunicazioni politiche di questo Movimento siano piuttosto rivolte a chi inquina: ciò per evitare che lo scaricare la responsabilità semplicemente su un Ente legittimi il comportamento degli incivili. Inoltre, più che la denuncia a mezzo stampa, ritengo più efficace la segnalazione alle autorità competenti in modo da individuare le soluzioni più idonee.  E’ bene ricordare che le discariche nascono dall’inciviltà di alcuni cittadini, più che dall’incuria di un Ente. Nel frattempo siamo impegnati a valorizzare le aree boschive (siamo intervenuti anche a Carpari e a Ortolini), conservando la biodiversità e tutelando il paesaggio naturale, e ad ottenere finanziamenti per la bonifica dei siti inquinati, come i 75 mila euro vinti pochi giorni fa”, dichiara l’assessore all’Ambiente, Stefano Coletta.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?