Il rock sbarca a Manufacta. Venerdì Riccardo Bertoncelli a Casa Cappellari

/ Autore:

Società


Venerdì 22 aprile 2016 alle ore 20.30 un altro appuntamento nel segno della collaborazione tra Fondazione Paolo Grassi e Manufacta, all’interno della magica cornice di Casa Cappellari (Ospedaletto, Via Orfanelli n.7) nel centro storico di Martina Franca. Ospite d’onore sarà il noto scrittore musicale Riccardo Bertoncelli: appassionato di musica dall’età di quindi anni, ha dedicato i suoi migliori libri alla controcultura giovanile e alla musica degli anni Sessanta, svelando il grande mistero del rock’n roll. Oggi Bertoncelli è ancora uno dei più noti scrittori e critici musicali e ha al suo attivo esperienze radiofoniche e collaborazioni con testate note tra cui Linus, Repubblica, Max e Rockerilla. Nel corso della serata in programma a Casa Cappellari Bertoncelli racconterà la storia delle storie del rock, citando episodi e personaggi chiave degli anni ’60/’70 e rivelando al pubblico aneddoti sui tanti incontri avuti con i grandi del rock, primo fra tutti il mitico Frank Zappa, considerato dallo stesso la massima espressione della felicità musicale. Grazie alla collaborazione con La Carrozza di Hans sarà inoltre possibile ripercorrere la leggendaria storia del rock con ascolti guidati dallo stesso Bertoncelli, attraverso una playlist costruita tra le più importanti pagine del rock internazionale, da Julian Temple a Neil Young, dai Doors a Kurt Cobain, passando per gli esperimenti stravaganti di Residents e Frank Zappa. Da non perdere…vi aspettiamo!
***************

  • Venerdì 22 aprile 2016, ore 20.30
  • Manufacta c/o Casa Cappellari – Ospedaletto
  • Ingresso libero]

Sabato 23 aprile alle ore 19.30 appuntamento alla Fondazione Paolo Grassi per la seconda serata in compagnia di Riccardo Bertoncelli, il cui nome è inevitabilmente correlato alla storia del rock e  attraverso il quale il rock come forma d’arte fra le maggiori del nostro tempo trova aspazio nelle iniziative che la Fondazione realizza con il sostegno della Regione Puglia nel progetto “I Saperi dello Spettacolo”. In una pseudo-lezione fatta di storie, commenti ed esempi audiovisivi, si racconterà il binomio Cinema & Rock attraverso il genere del “Rock Movie”, facendo riferimento ad un arco temporale ben preciso: dalla metà degli anni ’70 ai giorni nostri, dal punk al tutto-troppo degli anni dieci. Citando lo stesso Beroncelli: “La forma video è diventata più facile e rischia la banalità, ogni disco in uscita, anche minorissimo, vuole il suo clip di accompagnamento. Ciò non toglie che qualcosa di molto interessante continui ad apparire. Ne tratteremo attraverso citazioni audio/video, selezionando non solo a estro da un archivio diventato nel tempo enorme.” Dal famosissimo film “Blues brothers” di Landis a “Tommy”, una delle prime opere rock nella storia della musica; e poi grandi documentari rock: “The last waltz” che porta la firma di Martin Scorsese per raccontare l’addio di The Band, il gruppo che per molti anni ha accompagnato Mr. Bob Dylan sulle scene; fino a “The song remains the same”, un’immersione senza ossigeno dentro le viscere del rock dei Led Zeppelin. E ancora tanta buona musica selezionata dalla Carrozza di Hans, con il puntuale commento del Maestro Bertoncelli.

***************

Sabato 23 aprile 2016, ore 19.30

Auditorium della Fondazione Paolo Grassi

[Ingresso libero]

RICCARDO BERTONCELLI:
Particolarmente attivo già dagli anni Settanta, Riccardo Bertoncelli ha collaborato con le neonate radio libere e con riviste specializzate come Muzak e Gong, di cui è stato fondatore. A 17 anni ha fondato la sua prima fanzine e nel ‘73 ha pubblicato il primo libro italiano sulla musica che stava contagiando le giovani generazioni (“Pop story”). Nel 1980 è stato direttore di Musica 80 e con Franco Bolelli ha curato l’Almanacco Musica per Il Formichiere. Dal 1995 collabora con la Editrice Giunti, curando la collana Bizarre dedicata alla musica. Oggi Bertoncelli è ancora uno dei più noti scrittori e critici musicali e ha al suo attivo esperienze radiofoniche e collaborazioni con Linus, Repubblica, Max e Rockerilla.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?