Scacchi studenteschi. La positiva esperienza dell’IISS Da Vinci alle finali regionali di Maglie

/ Autore:

Altri sport, Sport


E’ ormai noto che il gioco degli scacchi non è un semplice gioco: apre la mente e consolida il carattere, permette di sviluppare l’intelligenza e la concentrazione; favorisce l’aumentano delle capacità strategiche e mnemoniche e spinge a prendere decisioni sotto pressione. Inoltre, insegna ad accettare la sconfitta, incoraggia la socializzazione e cancella le differenze di origine, religione e sesso. E’ un’ottima “ginnastica mentale” in grado di ritardare l’invecchiamento cerebrale e quindi frenare lo sviluppo di malattie come l’Alzheimer. Secondo gli studiosi, il 17% dei ragazzi che praticano gli scacchi migliorano il proprio rendimento scolastico, soprattutto in matematica. Il 15 marzo 2015 il Parlamento europeo ha approvato l’inserimento degli scacchi tra le materie scolastiche, riconoscendo ufficialmente il valore educativo, formativo e riabilitativo di questo “passatempo” che, tra campionati regionali e nazionali, coinvolge tanti giovanissimi ragazzi.

Sabato 16 aprile 2016 è stata una giornata fantastica per alcuni studenti della mia scuola! Dopo aver superato le fasi provinciali del campionato studentesco di scacchi, hanno partecipato alle finali regionali.

Di buon mattino, come organizzato dalla maestra Paola Santoro (docente presso la scuola elementare Giovanni XXIII e referente dell’iniziativa), insieme agli altri studenti del comune di Martina Franca che avevano superato la fase provinciale del torneo, siamo partiti dal piazzale antistante la scuola Giovanni XXIII.
Erano presenti:
– il gruppo Juniores di scacchi dell’IISS L. Da Vinci di Martina Franca, costituito da Angelo Fornaio (4A), Francesco Turnone (4L), Francesco Pennella (3P), Daniele Pennella (1O), e accompagnato dal prof. Pierpaolo Cavallo;
– il gruppo degli studenti dell’IISS E. Majorana;
– il gruppo dell’istituto comprensivo G. Grassi;
– i bambini della scuola primaria Giovanni XXIII.

Alle ore 9:00 circa, siamo giunti presso l’ampio e accogliente edificio Industrie Musicali (nella zona industriale di Maglie in provincia di Lecce) per l’occasione sede del campionato di scacchi ma di solito impiegato come sala concerti, spettacoli e discoteca.
La grandezza del luogo e la moltitudine dei partecipanti ci hanno sorpresi e affascinati: le squadre partecipanti erano ben 78 (ciascuna composta da 4 giocatori titolari più eventuali riserve) divise in 3 categorie: Cadetti, Allievi e Juniores, suddivise a loro volta nelle sottocategorie maschili e femminili. La nostra squadra era tra le 11 presenti della categoria Juniores maschile.

Come pochi sanno, tutte le competizioni di scacchi sono sotto la giurisdizione dell’ ACSI, (Associazione Centri Sportivi Italiani) e, dunque, si può parlare di queste come di vere e proprie manifestazioni sportive.
I responsabili dell’evento hanno saputo ben gestire la situazione, impedendo che la confusione e il disordine prendessero il sopravvento.

Nella sala principale erano già disposti i banchi con relative scacchiere e orologi. Dopo un’ora di attesa sono stati presentati gli arbitri di gara, il medico di primo soccorso e i vari organizzatori presenti; a seguire i partecipanti più piccoli in gara, il campione regionale e le varie categorie di alunni partecipanti.

Cantato a squarciagola l’Inno nazionale, ha avuto ufficialmente inizio la gara!
Per tutta la durata della competizione sono stati proiettati dei video molto interessanti relativi alla storia degli scacchi; inoltre era presente un confortevole angolo ristoro per chi avesse voluto usufruirne tra una partita e l’altra.

Ogni squadra ha disputato 5 match:
in caso di parità (se due 2 giocatori su 4 avessero vinto) sarebbe stato assegnato 1 punto;
in caso di vittoria (se 3 giocatori su 4 avessero vinto) sarebbero stati assegnati 2 punti.

0 punti, ovviamente, in caso di sconfitta.

La nostra squadra ha totalizzato ben 4 punti!
Le prime due partite, disputate contro il liceo scientifico Banzi di Lecce e l’IISS Trinchese di Martano, sono finite in parità.
Abbiamo perso, ma a testa alta, le due partite successive, giocate contro le due squadre più forti del campionato, quella del liceo classico Casardi di Barletta e quella del liceo scientifico Cartesio di Triggiano.
Infine, abbiamo meritatamente vinto contro i ragazzi del liceo scientifico Moscati di Grottaglie.
Decisiva la performance del nostro capitano Angelo Fornaio che ha vinto ben 4 partite su 5.
Le gare si sono svolte correttamente e nei termini stabiliti, concludendosi alle ore 19:00.
I punti guadagnati hanno consentito alla squadra di classificarsi al 6° posto nella categoria di appartenenza; un ottimo risultato che però non è bastato per consentire la qualificazione alle fasi nazionali che si terranno, dopo la fine della scuola, a Sibari e che avranno la durata di ben 5 giorni.

Nonostante questo, possiamo dirci fieri del risultato ottenuto dai nostri compagni con grande impegno e forza di volontà.

Per loro, ma anche per me, semplice spettatore, è stata un’importante esperienza formativa dal punto di vista intellettivo ed emotivo. Ora so che il gioco degli scacchi è disciplina,riflessione e passione, ma anche divertimento e spirito di squadra!

Per tutto questo è doveroso un grazie, da parte mia e di tutta la squadra, al Dirigente Scolastico Adele Quaranta, al diffusore della pratica scacchistica prof Giovanni Carriero, e al mitico professore Pierpaolo Cavallo che ci ha creduto prima e più di noi spingendoci in questa indimenticabile avventura.


commenti

E tu cosa ne pensi?