Abrogazione dei voucher. Oggi la raccolta firme della Cgil

/ Autore:

Economia



In piazza XX Settembre la Cgil raccoglierà firme per la Carta Universale dei Diritti e per l’abrogazione dei voucher. Secondo IPRES, nel corso degli ultimi si registra una vera e propria esplosione del ricorso al lavoro occasionale accessorio attraverso l’utilizzo dei voucher con un valore di 10 eurolordo per ora lavorata. In Puglia i voucher venduti nel 2015 ammontano a circa 5,4 milioni (4,7% del totale nazionale). Nel 2014 erano circa 3 milioni di voucher, mentre ne sono stati riscossi circa 2,8 milioni, attivando circa 71 mila lavoratori occasionali, di cui circa 31 mila donne. L’utilizzo del lavoro accessorio occasionale è molto più frammentato in Puglia rispetto alla situazione nazionale: il numero medio di voucher per lavoratore è pari a 40 in Puglia contro i 63 a livello nazionale. La stragrande maggioranza dei lavoratori attivati sono di cittadinanza italiana e comunitaria, solo un piccola quota (2%) riguarda lavoratori di cittadinanza extracomunitaria.

I lavoratori occasionali vengono impiegati in tre settori di attività principali:turismo, altre attività, commercio.Più della metà dei lavoratori impiegati appartengono alla classe di età 20-34 anni. Tuttavia, mostrano una crescita significativa negli ultimi anni i lavoratori occasionali nelle classi di età più anziane. Il tasso di femminilizzazione dei lavoratori impiegati attraverso i voucher è pari al 43,3%; il settore di attività con il tasso di femminilizzazione maggiore è quello dei lavori domestici (87,3%) seguito dal commercio (54%).

Il precariato ha trovato una nuova forma di realizzazione, attraverso l’abuso, appunto, di questa forma di retribuzione. La Cgil sarà in piazza per coinvolgere i cittadini per abolire questa forma di sfruttamento, promuovendo la Carta Universale dei Diritti dei Lavoratori, dalle 18 alle 21.


commenti

E tu cosa ne pensi?