Elezioni. Cosa è successo davvero nella sezione 9

/ Autore:

Elezioni Amministrative 2017, Politica



Dovrebbe bastare conteggiare di nuovo le schede della sezione 9, per essere sicuri dei voti che i martinesi hanno espresso domenica 11 giugno 2017. Il risultato, comunicato nel pomeriggio (alle 17.01) sul sito del Ministero, era un ballottaggio tra Pizzigallo e Ancona. Poche ore dopo, però, dopo l’insediamento della Commissione elettorale centrale presieduta dal giudice Di Napoli, presso il Centro Servizi, sono stati trovati voti in più per Pulito, facendolo risultare come secondo. L’errore sarebbe stato nella compilazione dei verbali della sezione 9. Sarebbe bastata una semplice addizione per decretare Pulito come secondo. Ma c’è un ma, ed è il modo attraverso il quale il presidente di seggio della sezione 9 ha compilato il verbale, un modo che ha destato fin dalla mattina di ieri, 12 giugno, alcune perplessità anche tra i funzionari del Comune di Martina Franca. Ce lo racconta proprio il presidente, Papa, sentito telefonicamente da ValleditriaNews: “Per me non è un errore. Come ho già spiegato all’ufficio elettorale, ho portato la documentazione alle 7 di mattina. Mi hanno riaccompagnato al seggio, ma subito dopo mi hanno riconvocato al Comune per dei chiarimenti. Un poliziotto, contatto dall’Ufficio Elettorale, mi ha detto di ritornare al Comune, qualche minuto dopo, erano forse le 7.05. Sono salito al secondo piano, ho parlato con alcune persone, non so nemmeno chi fossero e mi hanno chiesto delucidazioni sulla compilazione del verbale. Il problema sono due colonne: da un parte dove si inseriscono i voti del candidato sindaco presi da solo, e nell’altra i voti con le liste. Io ho scisso le due parti, in modo che il totale dei voti fosse la somma delle due cifre. Loro hanno interpretato come valido solo i voti con le liste. Sul verbale non c’è scritto come compilare. Una delle dirigenti mi ha fatto la domanda specifica, tanto che hanno aggiunto un ‘+’ per ricordarsi“.

In sostanza Papa avrebbe distinto i voti e solo la loro somma sarebbe stato il totale dei voti validi al sindaco. Cerchiamo di spiegare meglio: se il candidato sindaco Rossi ha preso 10 voti di preferenza senza voti di lista, vanno segnati in una colonna; nell’altra, a sinistra, vanno segnati i voti totali validi al sindaco. Il presidente della sezione 9 avrebbe segnato in quest’ultima colonna i voti tranne quelli espressi esclusivamente per il sindaco. E facendo l’addizione dai verbali risultano quindi sette voti in più a Pulito.

Durante i lavori della commissione, Papa è stato contattato da una sua scrutatrice, chiedendogli di raggiungere Piazza d’Angiò: “Verso le 19.15 mi chiama e mi chiede di raggiungerla al comando di Polizia Municipale. Non mi hanno fatto entrare da nessuna parte, perché mi dicevano che c’era il magistrato. Ancora però ero all’oscuro. Ho fatto una dichiarazione con la quale attesto questo mio ‘errore’, su suggerimento di una mia amica scrutatrice, che ha anche firmato, insieme alla segretaria del seggio. Oggi proverò a consegnarla alla commissione. Nella dichiarazione ho scritto che forse è successo a causa della stanchezza, ma anche lucidamente avrei fatto la stessa cosa, l’ho interpretato così. Non è il verbale vero, su cui è stato scritto questo ‘errore’. Sul verbale ufficiale ci sono i voti veri“.

 


commenti

E tu cosa ne pensi?