Bocuse d’Or. Il martinese Martino Ruggieri trionfa nella selezione italiana

/ Autore:

Società



Martino Ruggieri ha vinto la selezione italiana del Bocuse d’Or, uno dei più importanti premi internazionali per chef professionisti, ideato nel 1987 su iniziativa del francese Paul Bocuse. Lo chef 30enne di Martina Franca ha infatti vinto la finale nazionale tenutasi ieri ad Alba precedendo Paolo Griffa, Giuseppe Raciti e Roberta Zulian. Ruggieri ha trionfato con una cucina che parla di Martina Franca e della Valle d’Itria, dopo oltre 5 ore di meticoloso lavoro ai fornelli e davanti ai vigili occhi del meglio della cucina italiana ed internazionale come Enrico Crippa, il vincitore del Bocuse d’Or 2017 Matthew Peters e Carlo Cracco.

“Ho raccontato una storia d’avanguardia, un viaggio dalla Puglia, l’Italia e il Mondo, spesso con lo scirocco che condiziona umori e odori e E poi ho lavorato sul simbolismo e sui colori e il ‘non colore’ (il bianco e nero). Per vincere il Bocuse d’Or bisogna avere una idea e lavorarci tanto e insieme a chef stellati per perfezionare la tecnica, l’estetica e il piatto. Ma in Francia, la patria della competizione internazionale più prestigiosa tra gli chef, non premiano il più bravo; premiano chi racconta qualche cosa di vero”, ha dichiarato lo chef martinese ai microfoni di Norbaonline.

Ora Martino Ruggieri – head chef del famoso ristorante francese Ledoyen Pavillon, al 31° posto della classifica mondiale “50th Best restaurant” – è atteso da un’altra sfida: la finale europa del Bocuse d’Or a Torino nel prossimo giugno, prologo della finale mondiale che si terrà a Lione nel gennaio 2019.


commenti

E tu cosa ne pensi?