VdIB Martina, trasferta contro la capolista Corato. Terruli: “Faremo la nostra gara”

/ Autore:

Basket, Sport



La Valle d’Itria Martina affronta il Basket Corato in striscia positiva da nove gare, coach Terruli: “credo fortemente in questo gruppo”. Di seguito nota dell’ufficio stampa del club bluarancio:

La trasferta di Corato non costituisce di certo il miglior viatico per voltare pagina in casa Valle d’Itria Basket Martina, dopo l’ennesima beffa subìta contro la Cestistica Ostuni. Il successo manca da ben quattro gare e quella valida per la 11° giornata, vedrà i blu-arancio di Terruli sfidare la capolista A.S. Basket Corato in un match che si preannuncia decisamente proibitivo. I padroni di casa allenati da Marco Verile, infatti, vantano un ruolino di marcia fin qui impressionante e condito da nove vittorie consecutive e un solo ko, nell’esordio casalingo di campionato con la Pallacanestro Ceglie. L’impresa è ardua ma la Valle d’Itria Basket non vuole essere vittima sacrificale.

“Ci credo sempre” sono le parole di coach Terruli che aggiunge: “credo in questo gruppo e nelle sue capacità tecniche e di compattezza. È importante adattarsi alle caratteristiche di ogni avversario per affrontarli al meglio e nel caso di Corato sappiamo che sarà necessario essere al 120% per offrire una prestazione all’altezza della situazione”.
Affrontare la capolista con una vittoria in più sul proprio cammino avrebbe comportato maggiori certezze a livello mentale e una consapevolezza diversa. Tuttavia la stagione è ancora lunga e nella Valle d’Itria si preferisce ragionare partita dopo partita, senza guardare alla classifica e sicuri che i miglioramenti delle ultime partite portino anche ad ottenere risultati positivi. “Disputeremo la nostra partita, senza fare riferimento alle rispettive posizioni di classifica, ma concentrandosi solo al campo e a disputare i 40’ con grande determinazione”.

Palla a due alle ore 18:00, presso il Pala Losito di Corato (BA), in Via Don Albertario. Arbitreranno la gara i sigg. Mattia Sancilio di Brindisi (BR) e Marco Mitrugno di Mesagne (BR).


commenti

E tu cosa ne pensi?