Il Tursi riapre domenica. Ancona: “Soddisfatti della riapertura ma il futuro sarà al Pergolo”

/ Autore:

Calcio, Sport



Il Tursi torna in vita, e lo farà domenica prossima nella delicata sfida fra Martina Calcio e Audace Barletta, valida per il Campionato di Promozione 2017-2018. Lo scorso 0-0 con la Vigor Moles è stato quindi l’ultimo punto raccolto dai biancazzurri fuori dalle storiche mura dell’impianto cittadino. Questa mattina, presso la Sala Stampa dello Stadio Comunale, l’Amministrazione comunale ha tenuto una conferenza stampa in merito alla riapertura al pubblico dello stadio, praticamente abbandonato dopo il playout di Lega Pro del giugno 2016.

Ha aperto l’incontro il sindaco di Martina Franca, Franco Ancona: “Siamo qui per parlare di Tursi e per esprimere soddisfazione per questo, visto che lo stadio è stato un argomento caldo nelle scorse elezioni per tutte le coalizioni, compresa la nostra. Tursi a parte, il futuro sarà comunque al Pergolo con un progetto molto avanzato, ben definito e all’attenzione dell’Amministrazione comunale e che presto arriverà in Consiglio, che dovrà decidere democraticamente se è una proposta valida e accettabile. Vi diamo comunque una piccola anticipazione dicendo che la qualità del progetto ci fa capire che c’è una seria volontà di intervenire sul Pergolo. Una volta che avremo lo stadio in quell’area il Tursi sarà dismesso perché la città ci chiede un impegno in tale direzione, per destinare quelle aree urbane ai bisogni della città e penso ad esempio all’area mercatale”.

Passaggio poi anche sulle altre strutture sportive della città: “Su impulso dell’Assessorato allo Sport abbiamo anche predisposto un mutuo pluriennale a tasso zero per avere luci e sintetico al campo Cupa e renderlo idoneo agli allenamenti in modo da avere un’altra struttura da dare al mondo sportivo martinese, che noi attenzioniamo quotidianamente con investimenti e contatti con tutte le associazioni sportive della città. Ringrazio poi il consiglio comunale che con una variazione di bilancio ha dato priorità al Tursi. Siamo soddisfatti della riapertura e con questo rispondiamo a chi in città ci ha accusato di essere ostili al mondo calcistico martinese”.

E parlando di ostilità e frizioni fra Amministrazione comunale e tifoseria il primo cittadino ha affrontato anche il tema del decoro cittadino, riferendosi in particolare ad alcune scritte presenti sui muri della città: “Così come ci siamo impegnati noi a riportare in vita il Tursi, chiediamo alle associazioni di impegnarsi affinchè la città sia attraente, pulita e decorosa, anche nel mondo sportivo. Guardiamo ad esempio alla festa di fine anno, che si è svolta in pieno centro in maniera ordinata e che ha visto la partecipazione civile anche da parte del pubblico, visto che la città sin dal mattino successivo era pulita e accogliente. Chiedo quindi alle associazioni sportive di sensibilizzare i propri supporters per evitare che si continuino ad imbrattare i muri, offrendo un’immagine non bella della città sia per i nostri cittadini che per i turisti. Quelle scritte devono essere rimosse e a nome del Consiglio comunale auspico che non ce ne siano più”.

Parola poi ai due club calcistici.

Alessio Carrieri (ASD Martina Calcio 1947): “Gestire una società e portare avanti una stagione sportiva è difficile e ci vuole molta parsimonia. Il nostro campionato non è facile ma invitiamo tutti a starci vicino. Domenica tutti allo stadio e forza Martina!”.

Sebastiano Gentile (Atletico Martina): “Sarà un onore per noi calcare l’erba del Tursi per fare bene e portare avanti gli obiettivi della nostra società, cioè salire di categoria”.


commenti

E tu cosa ne pensi?