Insetti al Votano. Il dirigente al Sindaco: “Nessun danno agli umani, proseguiremo coi trattamenti”

/ Autore:

Società



A seguito degli articoli di stampa relativi alla problematica ambientale dell’Area del Votano, il dirigente Mandina ha relazionato al sindaco Franco Ancona circa lo stato della zona in oggetto:

Con riferimento alla richiesta formulata per le vie brevi di relazionare circa la problematica inerente l’infestazione di insetti in atto nell’area Votano si rappresenta quanto segue.

Occorre preliminarmente effettuare un breve escursus per chiarire il ciclo biologico dell’insetto che causa tale infestazione.

Tale insetto denominato “Galerucella luteola” da adulto, durante l’inverno, si ripara tra le foglie secche alla base delle piante, oppure in anfratti nel terreno o sulle piante, durante la primavera, dalla seconda metà di aprile, gli adulti si portano sulla vegetazione ed iniziano a nutrirsi delle foglie; successivamente si accoppiano e depongono le oteche sotto le foglie; quindi le larve di 1a generazione sono attive dalla metà di maggio fino a giugno, poi, dalla fine di giugno-inizio luglio compaiono gli adulti di 2a generazione che originano la seconda generazione larvale, attiva in piena estate; in certi casi è possibile una 3a generazione, attiva a fine estate. Ed è proprio quest’ultima fattispecie, ciò che presumibilmente sta interessando l’area in questione in questo ultimo periodo, aiutata della condizioni climatiche particolarmente favorevoli.

Si tiene a precisare che l’infestazione di tale insetto non provoca alcun danno ad umani ed animali, escluso ovviamente il fastidio provocato dall’insinuazione di tale insetto nelle abitazioni più prossime all’area colpita dall’infestazione, ed eventuale cattivo odore in caso di schiacciamento.

Atteso che gli interventi contro le larve richiederebbero l’uso di fitosanitari, sconsigliato se troppo in prossimità di abitazioni o all’interno del centro abitato, come nel caso di specie, si è proceduto all’affidamento di interventi di disinfestazione adulticidi, più consono ad aree verdi urbane con l’utilizzo di insetticidi piretroidi ad effetto abbattente, sottoforma di formulato liquido in modo da risultare non fitotossici, inodore, non infiammabili e soprattutto non nocivi per l’uomo ed animali, irrorati con apposita unità atomizzatrice in orari notturni procedendo all’irrorazione delle chiome e della vegetazione a seconda delle problematiche specifiche della zona da trattare.

Ad oggi sono stati effettuati, nell’annualità in corso, n. 5 interventi di disinfestazione di cui il primo nel mese di aprile e l’ultimo il 4 settembre u.s, per mezzo della dita Gico System di Calderara di Reno (BO) azienda esperta nel pest control e che si avvale di tecnologie per il contenimento e monitoraggio degli infestanti di ultima generazione. I trattamenti eseguiti sono stati effettuati da personale esperto e qualificato. Inoltre si è proceduto all’esecuzione di n. 3 interventi di taglio della vegetazione infestante sia con trattrice agricola munita di attrezzo trinciante, sia con decespugliatori a mano eseguiti nel mesi di maggio, luglio e nei primi giorni di settembre. Tanto in relazione degli obblighi dell’Amministrazione sulle misure di difesa passiva antincendio, ma anche al fine realizzare condizioni sfavorevoli alla proliferazione della “Galerucella”.

Allo stato è previsto un ulteriore intervento di disinfestazione da eseguirsi il prossimo 18 settembre.

Tanto a riscontro di quanto chiestomi.


commenti

E tu cosa ne pensi?