Ceglie Messapica: Marengo trionfa a Ceglie e conquista la 59esima Coppa Messapica

/ Autore:

Ciclismo, Sport



“E’ stata una edizione dedicata a Ceglie Messapica e ai cegliesi che come sempre hanno ripagato giorni di faticoso lavoro con passione e affetto. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato all’edizione 2018”. Con queste parole Pietro Stoppa, general manager della Coppa Messapica ha chiuso la 59esima edizione disputatasi ieri a Ceglie Messapica e vinta da Umberto Marengo del team Viris Vigevano. A completare il podio il compagno di squadra Filippo Bertone e Davide Capodicasa della Aran Cucine. Si è aggiudicato invece il titolo di campione regionale pugliese Salvatore Furnari del team “Pro.gi.t.”. L’edizione 2018 della Coppa Messapica, organizzata dall’associazione sportiva cegliese GSC Orazio Lorusso, manifestazione ciclistica tra le più importanti del sud Italia dedicata ad atleti under 23 ed élite si è svolta con partenza da Ceglie Messapica alle ore 14 e arrivo alle 17.30 sempre nella città messapica e si è snodata su un percorso che partendo da Ceglie ha attraversato le strade provinciali per Cisternino e Martina Franca, senza toccare i due comuni per poi proseguire verso Ceglie Messapica, un percorso che si è ripetuto cinque volte per un totale di 125 chilometri. Terminato il quinto giro, i corridori hanno affrontato il tradizionale circuito cittadino, di altrettanti giri, di circa 25 chilometri, e che ha deciso come avviene storicamente in tutte le edizioni, le sorti della competizione. Marengo ha raggiunto il traguardo di via San Rocco dopo una gara intensa con ben 18 team e 118 atleti provenienti da più regioni italiane per la storica competizione, da sempre trampolino di lancio per il ciclismo professionistico. Fase di studio nei primi 50 chilometri di gara, con i corridori condizionati dal caldo e che decidono di riservare energie per la seconda parte di gara. Prima azione degna di nota nel terzo giro della competizione con una fuga di sei corridori guidati dall’atleta Davide Leone del team Vpm Porto Sant’Elpidio. Fuga che dura fino al centesimo chilometri di gara con il gruppo che torna nuovamente compatto. La situazione cambia a pochi chilometri dall’inizio del circuito cittadino. C’è una nuova fuga di quattro corridori guidati da Umberto Marengo con il resto del gruppo che si defila lasciando le sorti della gara ai quattro atleti. Bertone e Marengo si sfidano fino all’ultimo giro del percorso cittadino dove è quest’ultimo a prendere l’iniziativa lanciandosi in solitaria con un attacco deciso che lo porterà alla vittoria. Un’altra edizione che ha richiamato numerosi appassionati da tutta la Valle d’Itria e frutto di un lavoro durato diverse settimane da parte del comitato organizzatore formato dal presidente Pietro Stoppa, Cesare Fiorio, presidente onorario, Giuseppe Chirulli, Athanasios Papathanasiu, Roberto Zizzi, Donato Rapito, Michele Antico, Oronzo Bruni, Pietro Bruni, Maria Antelmi, Cosimo Gioia, Angelo Leporale, Giuseppe Barba, Pietro Pignatelli e Teodoro Leuzzi. Queste invece le parole del sindaco Caroli al termine della gara: “Lavoro e dedizione hanno riproposto una manifestazione storica e patrimonio della città che dal 1952 regala emozioni. Una gran bella giornata di sport e chissà che il prossimo anno Ceglie grazie alla infinita passione del comitato organizzatore non possa nuovamente rilanciare facendo coincidere la 60esima edizione con l’organizzazione dei campionati italiani di ciclismo come nel 2017”.


commenti

E tu cosa ne pensi?