Eventi natalizi. Confcommercio: “Se scelta definitiva, il Comune non ci chiami più a cose fatte”

/ Autore:

Economia, Politica, Società



Confcommercio non ha preso benissimo la vicenda della delibera 398 del 27 settembre. Roberto Massa, intervistato per il Nuovo Quotidiano di Puglia, domani in edicola, punta il dito sulla modalità di gestione, recriminando sulla non condivisione del percorso, ma soprattutto sul non coinvolgimento di altri attori. Entrando nel merito della delibera: “Destagionalizzare significa fare eventi da ora a Natale. Nella settimana clou dell’anno non ha senso organizzare iniziative. Da tempo chiediamo che sia fatto un calendario eventi che duri dodici mesi e noi commercianti non vediamo cosa possa cambiare in città se si fanno eventi dal 20 al 26 dicembre e onestamente in quella settimana non credo ci sia necessità di affogare la città con altre iniziative. Piuttosto ci sono tre mesi, da qui a Natale, durante i quali si deve fare marketing territoriale, comunque concertato con il resto del lavoro di Palazzo Ducale“.

L’anno scorso Confcommercio, con DUC e i comitati di via (Corso Messapia e Centro Storico) contribuirono agli eventi e alle luminarie natalizie, in un progetto che si chiamava ambiziosamente ‘Martina inclusiva‘: “Se questa scelta è definitiva, difficilmente i commercianti risponderanno positivamente ad appelli alla partecipazione ex post da parte di Palazzo Ducale”.

L’intervista a Roberto Massa sarà pubblicata integralmente sul numero di domani del Nuovo Quotidiano di Puglia.


commenti

E tu cosa ne pensi?