F1. Giovinazzi di nuovo in pista con uno sguardo sulla prossima stagione: “Non vedo l’ora di iniziare”

/ Autore:

Altri sport, Sport



Nelle prove libere di venerdì del Gran Premio del Messico, Antonio Giovinazzi è sceso in pista al posto di Charles Leclerc su quella che sarà il prossimo anno la sua monoposto.

Dalla prossima stagione, infatti il pilota di Martina Franca, rivestirà i gradi di pilota titolare in Alfa Romeo Sauber al fianco di Kimi Raikkonen. In Messico ha girato in FP1 ottenendo un ottimo 12° tempo, ha percorso 25 giri – tutti con gomma hypersoft – il più rapido dei quali in 1’19”134 che gli ha permesso di prevalere sul compagno di squadra Marcus Ericsson per 178 millesimi.

Felicissimo per il risultato, Giovinazzi ha analizzato la prova di venerdì con lucidità. Rispetto alle uscite precedenti, dove l’unico obiettivo era quello di mettersi in mostra, questa volta si è concentrato sul lavoro in previsione della prossima stagione: “è stata un’ottima sessione, la pista era molto sporca soprattutto all’inizio e soprattutto con le hypersoft non era facile perché il degrado era altissimo, però è stata una sessione positiva. Anche come lap time siamo andati bene. Sono contento del lavoro, abbiamo svolto tutti i giri che il team voleva e questo era importante. Poi poter familiarizzare ancora di più con il team in queste ultime tre PL1 in vista del 2019 sarà un’ottima cosa. Cambiamenti rispetto alle altre volte? In Russia avevo avvertito una differenza più forte perché lì erano due mesi che non toccavo la macchina, dall’Ungheria; adesso è stata un po’ minore. Ovviamente non ha aiutato il fatto che la pista fosse sporca e non ci fosse molto grip, però diciamo che il calore e la motivazione che ci sono nel team aiutano tantissimo in vista del prossimo anno”.

Giovinazzi si è soffermato poi su Kimi Raikkonen, che sarà suo compagno di squadra a partire dalla prossima stagione: “in queste prove ho una tranquillità maggiore, prima dovevo sempre entrare in macchina per dimostrare qualcosa, adesso invece sono consapevole che il prossimo anno sarò in macchina e quindi mi sto concentrando per capire cosa devo migliorare io e cosa vorrei che migliorasse il team in vista del 2019. Si tratta di un antipasto di quello che succederà il prossimo anno: con Kimi sarà sicuramente una stagione positiva. Lui è molto motivato, io sono molto motivato e cercheremo di fare un’ottima stagione”.


commenti

E tu cosa ne pensi?