Due aziende della Valle d’Itria al salone dei vini e degli oli del Sud Italia

/ Autore:

Enogastronomia, Società ,



Si chiuderà il prossimo 10 giugno, presso il Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari, la XIV edizione di Radici del Sud il salone dedicato ai vini e agli oli del Meridione.

I lavori di questo evento, organizzato dall’Associazione Propapilla nata per rendere visibilità all’enogastronomia e soprattutto alla viticoltura del sud Italia, sono partiti il giorno 4. Le giornate del 5 e del 6 sono state dedicate al concorso: i vini del Sud Italia, suddivisi per vitigno, sono stati assaggiati e giudicati da quattro diverse giurie composte da giornalisti, esperti del settore enologico e addetti ai lavori. Tra i prodotti delle oltre 100 aziende di Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia, valutati anche quelli di Olimpia agricola di Locorotondo e di Tenute Girolamo di Martina Franca, che hanno deciso di prendere parte a questa edizione con i loro prodotti da vitigni autoctoni.

La chiusura, come detto, nella giornata di lunedì 10 con l’apertura al pubblico. Si parte alle 11 e si andrà avanti sino alle 21 con il Salone in cui si potranno incontrare tutti i produttori e assaggiare liberamente (previsto un ticket d’ingresso) i vini. Alle 13 apriranno i corner food mentre alle 19 si svolgerà la conferenza su “Scenari mondiali del mercato del vino e il ruolo del Sud italia”. In seguito si conosceranno i nomi di tutti i vini premiati e dalle ore 21 degustazione (con ticket) dei 300 vini del XIV Concorso Radici Del Sud e Cena dal tema “Mari e Orti del Sud” servita a buffet realizzata da cinque rinomati chef: Nazario Biscotti (Antiche Sere – Lesina), Leonardo Vescera (Il capriccio – Vieste), Michele Di Palma (Antica Cucina 1983 – Barletta), Antonio Scalera (La Bul – Bari) e Donato Calvi (Ristorante Calvi – Altamura).              

(fonte foto web: radicidelsud.it)


commenti

E tu cosa ne pensi?