ZTL a Martina Franca. Si parte tra 20 giorni: ecco come ottenere il pass

/ Autore:

Società


Partirà tra venti giorni la Ztl di Martina Franca, appena dopo le elezioni regionali. Il mese di test obbligatorio è passato, ma Palazzo Ducale ha preferito attendere ancora un paio di settimane. Pasquale Lasorsa lo spiega durante la conferenza stampa di presentazione del servizio online per la gestione dei pass: Parkforfun.

Questo sarà unico modo per ottenere i pass?

No, l’ufficio rimarrà a disposizione e avrà questa piattaforma a disposizione, così chi non ha dimestichezza col computer potrà fare qui la richiesta. Per la piena entrata in funzione della ZTL occorreranno circa 20 giorni, abbiamo tanti pass da fare prima di poter iniziare. Da una prima stima effettuata in questo periodo di test abbiamo circa 400 accessi giornalieri, quindi stimiamo entro dicembre almeno 700-800 pass.

Questo è il quarto servizio online. Non sono troppi?

Non tutti hanno esperienza su tutto. Per avere dei partner affidabili è importante che ognuno sappia fare bene quello che propone. L’unità di tutte queste offerte era necessaria.

Quanto è costato questo nuovo servizio?

La piattaforma per la sosta è costata poche migliaia di euro, in più la società ha intercettato un’altra nostra necessità e ha realizzato un’estensione della piattaforma specifica per la ZTL che ci è stata offerta gratuitamente per alcuni mesi, in modo da testarla. Se questa dovesse incontrare le nostre richieste il costo sarebbe di 2-4.000 euro.

Entro quali tempi la ZTL sarà a pagamento?

In questo momento le telecamere sono in modalità test e il mese di prova sarebbe già al termine, ma abbiamo comunque deciso di dare 20gg di tempo per poter richiedere e ottenere i pass. Non appena il cittadino ottiene il messaggio dal sistema la targa è già registrata sul database.

Se a Martina Franca l’utilizzo della ZTL dovesse prendere piede, si potrebbero rivedere alcune cose, tipo dare un pass per nucleo familiare e non legato all’auto?

In realtà non c’è un limite di auto autorizzabili per ogni famiglia, le limitazioni sono strettamente legate alla sosta. Il pass è gratuito e sconta come tutti i provvedimenti amministrativi autorizzatori un’imposta di 16 euro, che viene corrisposta dal cittadino ogni volta che si rilascia un pass.


commenti

E tu cosa ne pensi?


Commenti