Referendum: in Valle d’Itria il SI arriva al 70%

I comuni della Valle d’Itria, in linea con il resto d’Italia, hanno votato SI al Referendum confermativo per il taglio dei parlamentari. Una vittoria netta con un’affluenza più alta rispetto alle ultime elezioni, in una consultazione che ricordiamo non richiedeva il quorum.
La maggioranza dei cittadini italiani ha detto sì alla riforma costituzionale che taglia i deputati, da 630 a 400, e i senatori da 315 a 200. Il 70% dei votanti in Valle d’Itria ha scelto di confermare il taglio, in linea con i dati nazionali, meno del dato regionale che si assesta al 75%.

L’Italia è spezzata in due, il SI nelle regioni del nord ha circa 10 punti percentuali in meno rispetto a quelle del sud.

Di seguito il totale dei comuni della Valle d’Itria:

Il Comune della Valle d’Itria con la percentuale maggiore per il SI è Ceglie Messapica con il 73,09%, Martina risulta invece il comune con la percentuale più bassa, pari al 70,23%.

Di seguito tutti i dati definitivi:

ComuneSINO
Alberobello
72,18%27,82%
Ceglie Messapica73,09%26,91%
Cisternino72,39%27,61%
Locorotondo72,80%27,20%
Martina Franca70,23%29,77%

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.