Cisternino. Ritardi di ASL all’hub vaccini di Casalini, Convertini: “Pronti anche ad autogestirci”

/ Autore:

Società


Entro pochi giorni dovrebbe normalizzarsi la situazione legata alla vaccinazione dei cittadini di Cisternino, che si recano all’hub di Fasano nonostante sia stata selezionata la struttura Don Giuseppe Vinci a Casalini, ancora non pienamente operativa. Lo annuncia il direttore generale dell’Asl di Brindisi Giuseppe Pasqualone: “Entro pochi giorni i medici di medicina generale inizieranno a vaccinare i soggetti estremamente vulnerabili e disabili gravi nel contenitore di Casalini. Questa struttura è pronta per ospitare i medici di base ed è stata messa a disposizione dall’amministrazione comunale che ha provveduto all’adeguamento degli spazi. Dal punto di vista sanitario, la Asl ricorda, inoltre, che i cittadini di Cisternino possono contare su una preziosa risorsa come l’ospedale di comunità, attualmente impiegato per l’assistenza ai pazienti che hanno superato la fase acuta del Covid. Si tratta di una struttura innovativa dal punto di vista logistico e che sarà riportata alla sua funzione originaria non appena possibile”.

Il sindaco Luca Convertini ha però esternato i disagi della popolazione, costretta a recarsi a Fasano e disorientata dalle informazioni operative: “Molte persone con disabilità e famiglie aventi diritto hanno ancora difficoltà ad accedere alla vaccinazione pur appartenenti alle categorie target individuate dal piano strategico nazionale. Questa deprecabile situazione, oltre a mettere a serio rischio la salute e la stessa vita delle persone interessate, è fonte di ulteriore preoccupazione a causa della mancanza di adeguate informazioni. Siamo pronti anche ad autogestire l’apertura del nostro centro comunale per vaccinare i circa 1000 fragili”. Nel frattempo la discussione è stata portata tra gli ordini del giorno del prossimo consiglio comunale, si attendono novità.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?