Locorotondo: tutto pronto per la mostra HISTORIAE PICTAE di Francesco e Antonio Spagnulo

/ Autore:

Cultura


Sarà inaugurata domenica 18 luglio 2021 alle ore 20.00, presso il Palazzo della  Biblioteca Comunale – Centro di Cultura Popolare “Antonio Bruno” di Locorotondo, la suggestiva mostra di opere in maiolica istoriata, realizzate da Francesco e Antonio Spagnulo, nativi di Grottaglie (TA).  Tali opere, frutto del loro longevo sodalizio artistico, raffigurano temi sacri e mitologici della tradizione.  I due artisti sono soliti esprimere la loro arte in forme contemporanee, sculture in ceramica o installazioni di grandi dimensioni. Opere esposte in diverse occasioni, in personali e collettive, che propongono riflessioni su problematiche di salvaguardia dell’ambiente e degli ecosistemi, di sicurezza sul lavoro e altri temi sociali.

Le maioliche dipinte nascono da una particolare linea di ricerca che entrambi conducono da anni sulla maiolica istoriata italiana di antica tradizione. Si tratta cioè di opere contemporanee che reinterpretano la tipologia storica, con particolare riferimento alla tradizione di area campana e pugliese del ‘600 e ‘700, coniugando le antiche tecniche e i soggetti storicamente definiti, alle moderne tecnologie del fare arte con i materiali ceramici.  Elaborazioni interamente realizzate a mano, con progettazione, forme, modelli, decorazioni e procedimenti propri.

La mostra, visitabile al piano terra del palazzo, è organizzata dai due artisti col patrocinio del Comune di Locorotondo, Assessorato alla Cultura e Turismo, la collaborazione dell’Info-Point Locorotondo, dell’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria e di Apulia Culture.

L’ingresso sarà gratuito. Di seguito gli orari di apertura fino al 31 luglio 2021:  

dal lunedì al giovedì 10.30-13.30/ 17.00-19.30

venerdì-sabato-domenica 10.30-13.30/17.00-22.00

Per informazioni è possibile contattare l’Info-Point Locorotondo: tel. 080 4312788; mail: infopointlocorotondo@gmail.com

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?