Innova Locorotondo chiede alla maggioranza come intende gestire la sicurezza nelle scuole

/ Autore:

Politica


Pubblichiamo un comunicato ricevuto dal gruppo consigliare Innova Locorotondo relativo al rientro a scuola in sicurezza.

È di sole poche ore fa la comunicazione del Sindaco di Locorotondo Antonio Bufano, sui dati del contagio da COVID-19. Oggi a soli 2 giorni dal rientro dei nostri ragazzi tra i banchi, il Sindaco ha enunciato i numeri fino a questo momento sconosciuti.
La domanda di INNOVA è: come si intende gestire la sicurezza nelle scuole? Quali sono le idee messe in campo dalla maggioranza per garantire agli studenti l’istruzione completa e già largamente maltrattata in questi due anni di Pandemia?
Ancora una volta questa maggioranza non ha un’idea.
Già un anno fa, come Gruppo Consiliare, INNOVA si è occupato di questo argomento, chiedendo lo screening nelle classi per evitare quanto più possibile la DAD. Non abbiamo fatto solo questo, abbiamo trasmesso un’idea diversa alla maggioranza, perché fare opposizione in molte situazioni non è attaccare, ma risolvere e tutelare.
Senza sostituirci a chi dovrebbe amministrare, pensiamo che, in questo contesto, la scuola debba essere tutelata al 100%, riflettendo e agendo su problemi strutturali che essa si porta dietro, soprattutto nel nostro territorio:

  • classi pollaio;
  • edilizia scadente;
  • smistamento dei pasti della mensa non ancora all’interno di tutte le classi.
    Questi solo alcuni dei temi in campo.
    Per noi l’Amministrazione avrebbe dovuto informare con più precisione e con maggiore periodicità la situazione epidemiologica del paese, come è successo altrove nei comuni limitrofi.
    Sarebbe stato fondamentale avere coscienza piena di quanto sta avvenendo nel paese per poter pensare in tempo a come rivedere gli spazi e i flussi scolastici, senza ridursi agli ultimi giorni, o relegare le decisioni ai presidi, o peggio decidere di non rientrare in classe.
    Saranno mesi lunghi e duri, per parafrasare la comunicazione del Sindaco di Locorotondo e questo è vero, ma una visione più accurata, un’idea di gestione differente è possibile, ma purtroppo questa amministrazione non ce l’ha.
    Già da tempo abbiamo spiegato la nostra posizione sulla scuola e quanto essa meriti un posto più importante rispetto al fanalino di coda a cui troppo spesso è relegata, in particolare in questi ultimi anni. L’assenza concreta di un’istituzione così importante come la scuola, sta portando ad avere grandi problemi sociali e culturali e lo scotto sarà pagato solo ed esclusivamente dalla fetta di società che oggi continuiamo a dimenticare: i ragazzi.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?