Il calcio non c’entra niente

/ Autore:

Calcio, Cronaca, Sport


Brutta sorpresa per un tifoso martinese che ieri era andato a godersi la finale dei playoff Barletta-Martina, spettacolare ma sfortunata per i biancocelesti. Oltre alla sconfitta in campo, fuori dallo stadio alcuni episodi poco civili – per dire. L’auto di un tifoso martinese è stata letteralmente vandalizzata (come documenta la foto tratta da NoiNotizie.it). Parabrezza sfasciato, finestrini rotti e una scritta ignobile.

Il calcio, ovviamente, non c’entra niente. Non c’entra niente il gesto atletico, il risultato, la squadra e l’attaccamento ai colori della maglia. Non c’entra niente il tifo, il supporto alla squadra, le trasferte con gli amici. Il calcio è una scusa per commettere gesti violenti, aggressivi, non importano i colori o l’appartenenza.

La rivalità calcistica tra Martina Franca e Taranto è antica, ed è normale che sia così radicata, ma quel gesto, quale vantaggio porta alla propria squadra? Solo vergogna.

Un gesto del genere meriterebbe una condanna unanime, da parte del mondo dello sport e da parte delle tifoserie organizzate. Il calcio non c’entra niente, c’entra l’educazione, il rispetto degli altri. Tutto quello che dovrebbe insegnare lo sport.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?