Locorotondo: approvati diversi porgetti nell’ambito del PNRR inclusione e coesione

/ Autore:

Società


L’Ambito Territoriale Sociale di Putignano, Alberobello, Castellana Grotte, Locorotondo e Noci si aggiudicano i finanziamenti per i progetti presentati nell’ambito del bando del PNRR INCLUSIONE E COESIONE per una somma totale di 1 milione e 136 mila euro. I progetti presentati e ammessi sono:

  • interventi finalizzati a sostegno delle capacità genitoriali e prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini con l’obiettivo di rafforzare i servizi di assistenza sociale per sostenere la capacità genitoriale;
  • rafforzamento dei servizi sociali e prevenzione del fenomeno del burn out tra gli operatori con il quale si andrà a potenziare la qualità del servizio sociale professionale e prevenire il fenomeno del burn out con azioni di supervisione consistenti in percorsi di confronto e di condivisione che accompagneranno l’operatore sociale nell’esercizio della sua professione;
  • percorsi di autonomia per persone con disabilità favorendo l’accelerazione del processo di de-istituzionalizzazione fornendo servizi alle persone con disabilità al fine di migliorarne l’autonomia e offrire loro opportunità di accesso al mondo del lavoro, anche attraverso la tecnologia.

“Che soddisfazione! – commenta l’Assessore alle Politiche Sociali Paolo Giacovelli. Ancora una volta il lavoro di squadra è stato premiato e stiamo raccogliendo i suoi frutti. La redazione dei progetti deriva dal costante confronto con l’Ufficio dei Servizi Sociali, che ringrazio per il costante supporto e per garantire un occhio sempre attento ad ogni situazione che gli viene presentata, ma anche grazie al lavoro sinergico con le realtà sociali del territorio. Ringrazio anche la coordinatrice dell’Ambito Territoriale Sociale di Putignano Anita Giotta per aver stilato il progetto finale tenendo presente ogni singola richiesta proveniente dai Comuni. Ogni linea di azione e di intervento è mirata per i nostri cittadini in condizioni di disagio, perchè nessuno deve restare indietro.”

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?