Locorotondo: venerdì 27 maggio si parla di rigenerazione urbana

/ Autore:

Politica


Venerdì 27 maggio 2022 alle ore 18:30 presso l’Auditorium G. Boccardi dell’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Basile Caramia – Gigante” di Locorotondo sarà presentato il progetto di rigenerazione urbana che interesserà diverse aree del Comune di Locorotondo.

“La rigenerazione non è un processo semplice, – commenta l’Assessore all’Urbanistica Piccoli Rossella – occorre una volontà politica e prima ancora una volontà sociale. Un piano per la rigenerazione deve essere caratterizzato da un’impostazione capace di tenere tutti insieme i fattori che sono coinvolti nel processo, dove gli obiettivi devono coinvolgere il patrimonio costruito, i servizi, lo spazio pubblico, la qualità della vita, il benessere e l’inclusione sociale. Noi vogliamo intraprendere questo percorso insieme a voi il 27 maggio.”

“La visione di insieme di questa progettualità – sottolinea il primo cittadino Antonio Bufano – è quella di riqualificare e quindi rigenerare tanti luoghi della nostra Città. Questo sarà il primo di una serie di appuntamenti nei quali presenteremo le nostre idee e condivideremo, per un confronto, i nostri progetti attraverso un percorso che donerà al nostro borgo, soprattutto nelle aree più periferiche, decoro e una nuova immagine, più innovativa e vicina alle esigenze del cittadino. Finalmente la nostra città si proietta ad andare oltre il suo rinomato e caratteristico centro storico che la colloca tra i più bei Borghi d’Italia. Andremo oltre l’incremento di un turismo capace di apprezzare le bellezze architettoniche e paesaggistiche del meraviglioso ed unico comprensorio della Valle d’Itria, offrendo una cultura culinaria tra le più peculiari e gustose della nostra amata terra di Puglia. Spiegheremo ai cittadini che Locorotondo non rappresenta solo la sua strategica e felice posizione geografica, certamente baricentrica rispetto ad un territorio a cavallo tra mare e colline, ma è anche accoglienza ricettiva che mette a disposizione un’ampia dotazione di strutture dall’alto pregio storico ed architettonico, con vista su scenari paesaggistici imperdibili”.

Il sindaco Antonio Bufano parla dunque di una città rivolta al futuro e che, come sottolinea più volte, “intende andare oltre”. “Diventeremo sempre più la città dell’integrazione sociale, della riqualificazione delle aree in disuso per restituirle in termini di servizi collettivi, alla cittadinanza: una realtà in grado di cogliere l’occasione offerta dagli obiettivi sulla rigenerazione urbana e sulla coesione sociale, perché si annulli definitivamente l’annosa frattura tra aree urbane storiche e aree più periferiche. Per questo – conclude il primo cittadino – ci candidiamo ad essere una città moderna, digitalizzata e sicura, che tutela il verde e promuove la costruzione e la sicurezza delle aree sportive, valorizzando infine gli istituti scientifici di ricerca nel campo dell’agroalimentare”.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?