Serie D. Botta risposta tra Bitonto e Martina (2-2). Pizzulli: “Pareggio giusto. Abbiamo i punti che ci meritiamo”

Partita ricca di emozioni, soprattutto nel secondo tempo, al “Città degli Ulivi” tra Bitonto e Martina. Termina 2-2 una sfida giocata in un campo che ha creato, soprattutto per i giocatori del Martina, abituati a giocare palla a terra in velocità, qualche problema. Come confermato anche da mister Pizzulli a fine gara: “Quando ti manca l’appoggio del compagno perché è scivolato, tendi a rallentare e il nostro gioco ne ha risentito“.

Primo tempo diviso a metà. Primi 20 minuti di marca neroverde, poi sale in cattedra il Martina, che alla prima vera azione trova il vantaggio. Nel finale del primo tempo i padroni di casa trovano il giusto pareggio. Ripresa più equilibrata, bella e divertente, alla fine ne esce un pari che accontenta entrambe le squadre.

Il Bitonto arriva a questa gara in emergenza totale, mister Valeriano Loseto deve rinunciare agli squalificati Mariani e Tangorre, agli infortunati Carullo, Chiaradia e Taurino, oltre ai lungodegenti Basile e Lucchese (quest’ultimo ormai prossimo al rientro). Subito titolare l’ultimo arrivato, il centrocampista Cardore. Si rivede dopo tanto tempo Guarnaccia. Aggregati in panca due “Juniores”, Scattarelli e Tassiello.

Dunque, 3-5-2 di partenza con Petrarca tra i pali; linea di difesa over con Gianfreda, Silletti, Gomes; a centrocampo, nel mezzo Spinelli play, con Clemente e Cardore interni, sulle corsie agiscono Guarnaccia e Riefolo; in avanti il duo Figliolia e Palazzo.

Partita del cuore per il bitontino Massimo Pizzulli, tecnico del Martina: l’ex calciatore ed allenatore neroverde schiera la formazione itriana con un 4-2-3-1 che vede Semeraro tra i pali; linea di difesa con Cappellari, Suhs, Perrini, Nikolli; a centrocampo Tejo e Cerutti, sulle fasce Mangialardi e Pinto; unica punta Diaz.

Ultima gara casalinga al “Città degli Ulivi” per il Bitonto prima dello spostamento temporaneo al Polisportivo “N. Rossiello”. Partita in qualche modo “vietata” ai tifosi ospiti a causa dei posti limitati dell’impianto sportivo. Prima partita che il Martina gioca senza il proprio tifo.

Partenza interessante del Bitonto, che solo per mancanza di precisione nell’ultimo tocco, non riesce a passare in vantaggio. Il primo squillo di marca bitontina all’11’: punizione di Clemente dalla trequarti destra, si gira in area Gomes, bravo a staccarsi dagli avversari, sfera che non inquadra lo specchio.
Un minuto dopo ci prova Cardone dalla lunghissima distanza, vedendo Semeraro fuori dai pali, bravo a recuperare la posizione e ad intercettare in due tempi.
Al 19’ grande opportunità per il Bitonto: traversone di Guarnaccia dalla corsia di sinistra, va a vuoto di testa Perrini, alle sue spalle, al limite dell’area di rigore, Palazzo stoppa e conclude, palla che sfiora il palo alla sinistra di Semeraro. Neanche un giro di lancette, splendida imbucata di Figliolia per Palazzo, che entra in area di rigore da destra, resiste alla pressione avversaria, conclusione radente centrale ribattuta di piede in angolo dall’estremo difensore martinese. Al 23’, angolo dalla sinistra di Palazzo, sfera che arriva in area di rigore a Clemente, girata imprecisa che non trova lo specchio della porta. Sempre Bitonto in avanti. Al 25′ Gomes crossa da destra, Cardore non ci arriva di testa, in area di rigore si gira Palazzo, sfera oltre la traversa.

Come detto però, l’imprecisione sotto porta dei bitontini, favorisce il Martina che al 19′ trova il vantaggio alla primissima occasione: cross di Ancora dalla sinistra, la difesa non riesce a spazzare, ne approfitta Cerutti, botta violenta che si insacca alle spalle di Petrarca.

Il Bitonto accusa il colpo: mezz’ora, Pinto se ne va sulla destra, cross arretrato per Diaz, botta dal limite dell’area di rigore, si distende Petrarca che respinge. Col passare dei minuti la formazione di mister Loseto riordina le idee e al 43’ trova il pari: corner di Palazzo dalla sinistra, in area di rigore svetta Silletti, perfetta elevazione e colpo di testa vincente che vale l’1-1.

Un minuto dopo lancio lungo dalle retrovie, Palazzo sfugge alla linea difensiva, diagonale da posizione defilata, para a terra Semeraro.

È l’ultima emozione del primo tempo, squadre al riposo in parità, ma Bitonto che avrebbe decisamente meritato molto di più per la mole di azioni gol create.

Parte subito forte il Martina nel secondo tempo che, a due soli giri di lancetta, ritrova il vantaggio. Punizione di Teijo dalla trequarti centrale, sul secondo palo sbuca Suhs che la tocca verso il centro, respinge Petrarca, la sfera rimane lì ed il più lesto di tutti è Pinto, che si avventa sul pallone vagante e trafigge Petrarca per l’1-2.

Il Bitonto prova a reagire: 54’, punizione di Palazzo dalla trequarti sinistra, svetta in area di rigore sul versante opposto Cardore, colpo di testa che attraversa tutto lo specchio e si spegne sul fondo.

Al 65’ il pari dei padroni di casa: Maffei in profondità, Palazzo sfugge alla retroguardia martinese, si involta verso Semeraro e lo batte con un tocco che passa tra le gambe. 2-2 e sesta rete in campionato per il capitano. Spunto di Pinto al 71′ sulla destra, blocca Petrarca sul primo palo.
Passano due minuti, Muscatiello si accentra da sinistra, la sfera arriva a Clemente, botta dalla distanza imprecisa che termina sul fondo.

All’82’ il Martina rischia il colpaccio: ancora Pinto sulla destra per Cerutti che la mette al centro dove c’è Ancora che fa partire un tiro di prima intenzione, potente e angolato. Solo una grandissima prodezza di Petrarca salva il Bitonto e nega il gol vittoria al Martina.

Il Martina, come spesso è accaduto in questa stagione, 6 pareggi nelle ultime 10 partite, non è riuscito a conservare il vantaggio fino al triplice fischio. A fine gara mister Pizzulli si è mostrato sereno, anche se deluso dall’ennesimo regalo fatto sul gol del pareggio del Bitonto, definendolo come “un autogol”. Infatti un errore di impostazione ha permesso al Bitonto di ripartire in velocità e in superiorità numerica.

Nove risultati utili consecutivi per il Martina, 6 pareggi e 3 vittorie: “abbiamo i punti che ci meritiamo”, ha dichiarato Pizzulli a fine gara, mostrando in ogni caso soddisfazione per il percorso fatto fin qui dal Martina in questo campionato, seppur con qualche recriminazione sulle vittorie sfumate all’ultimo secondo. “Domenica arriva la Cavese – da capolista – vediamo di uscire dal campo con qualche punto in più“.

TABELLINO
BITONTO-MARTINA 2-2
Reti: 29 ‘pt Cerutti (M), 44’ pt Silletti (B), 2’st Pinto (M), 21’st Palazzo (B)

Bitonto: Petrarca, Riefolo, Gianfreda, Gomes, Spinelli, Silletti, Cardore (12′ Muscatiello), Clemente (48′ Cutrone), Figliola (12′ Maffei), Guarnaccia (19′ Moscelli), Palazzo (42′ Ungredda). A disposizione Figliola, Acella, Scattarelli, Tassiello.

Allenatore: Vincenzo Loseto

Martina: Semeraro, Cappellari, Nikolli, Mangialardi (35’st Dieng), Perrini, Cerutti, Teijo, Diaz (35′ st Amabile), Ancora, Pinto, Suhs. A disposizione Lotito, Petitti, Albanese, Forcillo, Tuccitto, Mancini, Natola.

Allenatore: Massimo Pizzulli

Arbitro: Fabio Cevenini di Siena
Note: ammoniti Teijo (M), Clemente(B), Figliolia(B), Pinto(M), Muscatiello (B)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.