Finanziamento eventi Natalizi: Bello chiede l’annullamento delle delibere, il Consiglio giudica inammissibile la proposta

Nel Consiglio comunale di ieri, 20 dicembre 2022, un punto all’ordine del giorno ha fatto molto discutere. Il tema è il finanziamento degli eventi natalizi organizzati a Martina Franca, non tanto sulle proposte, ma sul metodo ritenuto, dal consigliere di opposizione Mauro Bello, illegittimo.

Per tanto, ieri, il Consiglio comunale ha affrontato come ultimo punto all’ordine del giorno la “PROPOSTA DI DELIBERA ANNULLAMENTO IN AUTOTUTELA DELIBERA DI GIUNTA N. 402 DEL 24/11/2022 E N. 420 DEL 01/12/2022 E RICHIESTA PARERE ALLA CORTE DEI CONTI” presentata proprio dall’ex candidato sindaco Bello.

Cosa si chiedeva? Sostanzialmente si chiedeva al Consiglio di pronunciarsi per dare indirizzo al Sindaco di annullare le delibere, ma il Consiglio comunale, su proposta del consigliere Giuseppe Serio, ha votato per l’inammissibilità dell’Istanza di Bello per alcuni difetti di forma.

In realtà la discussione è viva già da qualche giorno. Proviamo a ricostruire la storia.

A ottobre il comune ha indetto per le festività natalizie 2022-2023 un’indagine conoscitiva “Manifestazione di interesse festività natalizie 2022-2023 – avviso pubblico n. 82 del 27.10.2022”, per raccogliere proposte di eventi da poter inserire nel calendario per il periodo natalizio. Sono state raccolte 36 proposte, di cui 24 ammesse a finanziamento o agevolazione, delibera di giunta n. 402 del 24 novembre 2022, con cui si è preso atto e condiviso il verbale delle valutazioni della Commissione tecnica riportate nel verbale del 18 novembre 2022. Nella delibera 420 si sono valutate alcune modifiche progettuali che, di fatto, hanno portato la Giunta a confermare, per tutti i soggetti proponenti, quanto già previsto nella delibera 402, meno che a E20Idea S.r.l. con cui viene siglato un accordo che rende il Comune co-promotore o compartecipe con il soggetto terzo del calendario di eventi, nella misura massima dell’importo indicato nella deliberazione n. 402.

Da qui parte la battaglia di Bello. Lo scorso novembre, durante il Consiglio comunale del 29/11/2022, il consigliere aveva chiesto, e ottenuto, informazioni al Segretario Generale del comune in relazione all’inapplicabilità del “Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi e patrocini e per l’istituzione del Registro delle libere forme associative” alle società aventi scopo lucrativo, che secondo il consigliere non avrebbero potuto accedere ai finanziamenti pubblici senza aver presentato, insieme alle domande, anche la dichiarazione di assenza di finalità di lucro prevista dall’art. 16 del suddetto regolamento.

Da qui prima la richiesta al Sindaco di annullamento in autotutela delle due delibere illegittime per violazione di alcuni articoli del “Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi e patrocini e per la istituzione del registro delle libere forme associative” come l’art 15, il già citato art 16 e l’art 19, poi la richiesta di delibera al Consiglio comunale di dare indirizzo al Sindaco per annullare in autotutela le suddette delibere.

Proprio la richiesta al Consiglio di ieri ha scatenato un dibattito tra consiglieri di maggioranza, Cervellera e Serio su tutti, e opposizione, con Bello sostenuto da Michele Marraffa.

Giuseppe Serio, consigliere di maggioranza, votato nelle liste di Visione Comune, colui che ha richiesto e ottenuto l’inammissibilità della proposta di delibera di Bello in Consiglio, sostiene che “l’assise comunale non può annullare o dare indirizzo al Sindaco di annullare in autotutela un atto che viene legittimamente emesso dalla Giunta, nel momento in cui dai indirizzo al Sindaco di annullare un atto ti stai sostituendo all’organo di Giunta che è l’unico che può farlo in autotutela, operando una scelta discrezionale che sta alla base di annullamento in via di autotutela. L’Amministrazione annulla non solo quando c’è un problema di legalità, ma anche quando c’è un interesse pubblico. Queste valutazioni le può fare soltanto la Giunta, non il Consiglio comunale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.