Salva l’area cani di Villa Carmine.

È stato raggiunto un accordo tra l’Amministrazione di Martina Franca e la comunità di padroni di cani che qualche settimana fa aveva lanciato la petizione contro lo smantellamento dell’area cani di Villa Carmine. Nei giorni scorsi, grazie alla mediazione di Pro Loco, che si è fatta portavoce delle numerose istanze pervenute dalla comunità martinese per difendere un servizio civico già acquisito, una rappresentanza degli oltre ottocento firmatari della petizione ha incontrato la vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Nunzia Convertini, a Palazzo Ducale. Durante l’incontro la delegazione ha avuto modo di spiegare a quali bisogni rispondeva, da più di dieci anni, l’area cani di Villa Carmine, e quali disagi ha provocato sia la chiusura del parco per i lavori, sia il fatto che nel progetto non è stato previsto il ripristino di un’area cani. La vicesindaco ha ascoltato le richieste, proponendo la realizzazione di un’area cani più attrezzata nei pressi della chiesa della Provvidenza, in un terreno già adibito ad orto sociale, al quale si potrà accedere nel prossimo futuro attraverso un’apertura realizzata nella nuova Villa Carmine. Nel frattempo si è fatta carico di verificare la possibilità di realizzare un’area provvisoria proprio nella villa, previo sopralluogo con una delegazione dei firmatari della petizione e con i tecnici comunali. Al termine del sopralluogo è stata verificata la possibilità di realizzare uno spazio protetto e provvisorio all’interno di Villa Carmine, in attesa della realizzazione di quella definitiva in via Provvidenza.

 “Ringraziamo la vicesindaco Convertini” commenta il presidente di Pro Loco Vito Manzari, “per aver ascoltato i bisogni della sua comunità avendo compreso che quell’area smantellata rappresentava sia un diritto acquisito, sia un servizio civico per i martinesi e per i turisti; seguiremo con l’attenzione dovuta lo sviluppo degli impegni assunti dalla Ammministrazione Comunale e ne daremo riscontro a tutta la cittadinanza”. “Ritengo sia doveroso per l’amministrazione restituire alla comunità un’area cani nella zona consona alle esigenze specifiche richieste, dal confronto democratico nascono sempre le soluzioni”, conclude l’assessore Convertini.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.