Luna park di San Martino. Bello (UDC): “Perché l’Amministrazione non interviene su abusivi?”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di Mauro Bello, capogruppo UDC in Consiglio comunale.

Ancora una volta, nell’ultima seduta del consiglio comunale, si è assistito all’ennesimo provvedimento su cui l’amministrazione di Martina arriva in ritardo.

In vero, la necessità di individuare un’area su cui permettere l’installazione degli spettacoli viaggianti in occasione della festa patronale, pare fosse stata più volte sollecitata dagli uffici competenti: il consiglio comunale di ieri è stata l’occasione per verificare che questa amministrazione abbia confermato che l’improvvisazione rimanga il proprio modus operandi.

Nel corso degli interventi ho sottolineato come sia stato portato alla nostra attenzione un provvedimento profondamente carente delle necessarie informazioni affinché lo stesso consiglio potesse valutare con oggettività la deliberazione.

A fronte di qualche sporadico e grottesco tentativo di difendere la propria giunta, da parte di alcuni consiglieri comunali di maggioranza, abbiamo dimostrato con i fatti e le proposte come questa opposizione – in particolare il gruppo che ho il piacere di guidare – si prepari ed entri nel merito dei temi con competenza.
Siamo da ieri infatti ancora in attesa di risposta, da parte dei consiglieri di maggioranza, rispetto al contenuto dei verbali riferiti alle riunioni con le associazioni di categoria, necessarie secondo il regolamento per poter deliberare sul tema del Luna Park, piuttosto che sapere quali fossero stati gli studi condotti sulle altre aree.

Una domanda la vorrei porre nuovamente a mezzo stampa: come mai questa amministrazione ha preferito non arrecare disturbo a chi occupa, probabilmente, in maniera abusiva aree pubbliche rispetto ai cittadini residenti nelle aree in cui verrà installato il luna park nel 2024?

D’altronde è doveroso anche evidenziare che non tutti i consiglieri di maggioranza erano d’accordo con il provvedimento: l’ultimo consiglio ci restituisce un dato politico incontrovertibile.

Per la terza volta Visione Comune e Tiziana Schiavone del PD non hanno votato favorevolmente ad un provvedimento proposto dalla propria maggioranza.

Quella che qualcuno ha derubricato come “piccola crisi” rappresenta qualcosa di più profondo che affonda le proprie radici in una totale differenza programmatica ormai palese tra la giunta e i succitati consiglieri.
Credo fermamente nel buonsenso in politica e nella responsabilità di chi ha il compito di vigilare come opposizione, per questo ho ritenuto necessario fare queste puntualizzazioni perché è oramai chiaro a tutti che l’improvvisazione a cui stiamo assistendo stia arrecando disagi alla città.

Qualche giorno fa, sollevavo il problema della totale mancanza di informazioni sull’appalto dei rifiuti, della mancanza di condivisione ed infatti viene pubblicato un provvedimento di sospensione della procedura aperta per l’affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani per diverse violazioni di procedura ed errori contenuti.

Su questo tema avremo modo di intervenire nell’immediato futuro e nell’esclusivo interesse dei martinesi, ma ad oggi non possiamo esimerci dall’esortare il Sindaco a riportare le competenze all’interno della propria giunta onde evitare che siano i cittadini martinesi a pagare le conseguenze della “leggerezza” con cui si sta portando avanti l’amministrazione di questa città.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.