Salvare l’ospedale della Valle d’Itria. Una battaglia popolare

/ Autore:

Politica , ,


Tutto inizia da una foto di Coletta con un cartello con l’hashtag #iodifendolospedaleValledItria. In ballo c’è la sorte dell’ospedale di Martina Franca, che con il piano di riordino rischia il declassamento a ospedale di base. Dopo l’intervento del sindaco Ancona, tramite un comunicato, in cui si fa appello a Emiliano di mantenere in provincia di Taranto i tre ospedali (Manduria, Castellaneta e Martina Franca), da Martina Franca inizia una battaglia perchè il Presidio Ospedaliero Valle d’Itria non perda reparti e posti letto. Una battaglia che ha coinvolto anche il sindaco di Locorotondo Scatigna, che condivide l’hashtag e riceve il sostegno anche da Ceglie Messapica. Una battaglia territoriale, quindi, popolare, perchè l’ospedale di Martina Franca è punto di riferimento non solo per la città del festival, ma tutti i paesi vicini.

Tommaso Scatigna, sindaco di Locorotondo, scrive: “Quando c’era il rischio di perdere il reparto neonatologia io ero in prima linea!Adesso che c’è bisogno di unirsi per sovvertire un piano di riordino ospedaliero che mortifica e umilia l’intera Valle d’itria IO CI SONO! Quell’ospedale serve a tutti! Quell’ospedale è di TUTTI!!!

Emiliano, sentito da ValleditriaNews qualche tempo fa, garantiva che l’ospedale di Martina Franca e Valle d’Itria non sarebbe stato toccato.


commenti

E tu cosa ne pensi?