Parcheggi. Licenziati i lavoratori

/ Autore:

Cronaca



“Siamo spiacenti di doverle comunicare che, a seguito della ordinanza 120/2016 […] ci vediamo costretti a recedere dal suo rapporto di lavoro”. Eccola arrivata la lettera ai soci lavoratori della cooperativa Labor et Securitas, estromessa dalla gestione dei parcheggi a pagamento di Martina Franca per irregolarità fiscali. Il Comune di Martina Franca, dopo anni di denunce della Cgil e riportate da questo e da altri quotidiani, ha deciso di intervenire, in ritardo, aggiungiamo.

Ora i lavoratori sono stati licenziati, e in attesa di capire quale strada intraprendere ci sembra utile riportare la posizione ufficiale di Palazzo Ducale in merito alla questione, affidata alle parole dell’assessore alla Viabilità Pasquale Lasorsa: “Il debito fiscale della Coop Labor et Securitas ormai definitivo, comunicato da Agenzia delle Entrate è di 139.795,90 euro”, come riporta un articolo di oggi della Gazzetta del Mezzogiorno, e comunque, sempre nello stesso articolo, il vicesindaco dichiara che “le posizioni debitorie riguardano il periodo 2001- 2010”. Cioè, tutto il male è stato fatto prima che si insediasse l’amministrazione Ancona, e di dopo, con l’espletamento del nuovo servizio, non si dice nulla, nonostante lo stesso vicesindaco ammetta che la Cgil non ha mai allegato documentazione alle denunce presentate, come dichiara a ValleditriaNews già il 27 luglio 2015. Toccava ad altri, evidentemente, vigilare…


commenti

E tu cosa ne pensi?